DUE APP PER SCOPRIRE LE MONTAGNE DELL`OSSOLA

6 agosto 2013

Ormai un'esperienza oggi a portata di mano per i turisti che visitano l'Ossola, grazie a due App realizzate dalla Regione Piemonte in tre lingue - italiano, francese e tedesco - su piattaforma smartphone.

Sono 'Trek Piemonte' e 'Trek2 Piemonte', disponibili gratuitamente su App Store e Play Store, consultabili anche offline, per la comodità degli escursionisti che si trovano in quota, senza collegamento a internet.

Attivando il dispositivo GPS, in aggiunta, gli utenti possono visualizzare sulla cartina le tappe dell'itinerario scelto e i punti di interesse più vicini, come una vera e propria guida turistica da portare sempre con sé.

La prima App è dedicata agli itinerari transfrontalieri: il Simplon Fletschhorn Trekking, il Tour dei Minerali e il Picco Andolla. Per ogni percorso lo strumento digitale mette in evidenza le attrazioni naturali, come le marmitte dei giganti di Gondo, particolari forme di erosione scavate nella roccia dal Toce, i minerali e i cristalli.

Segnalate anche le cime più conosciute, tra cui il Pizzo Andolla, e le testimonianze storiche, come l'aquila del Sempione, un monumento di roccia eretto dagli alpini durante la seconda Guerra mondiale.
Tra i punti di interesse (POI) storici indicati sullo smartphone, si trovano anche le caratteristiche baite walser, l'ecomuseo di Simplon Dorf e il Sacro Monte Calvario di Domodossola, che fa parte del patrimonio dell'Umanità.

La seconda App propone invece gli itinerari lungo le antiche Vie Storiche percorse dai megeggiatori: Via Stockalper, Strà Granda, Strada Antronesca, Via dell'Arbola, Via del Gries-Sbrinz, Via del Mercato. Anche questi percorsi riservano scorsi naturalistici di notevole fascino. Seguendo le indicazioni delle App si può raggiungere la cascata del Toce, gli orridi della Valle Antigorio, il Passo del Gries, l'Alpe Bettelmatt, dove si produce un formaggio d'alpeggio molto rinomato.

Ma si possono visitare anche i musei ricchi di storia, come quello dell'Oro, a Macugnaga, il museo Walser, la torre Stockalper, che si trova nel comune di Gondo, nel Canton Vallese. Tra le curiosità segnalate c'è anche lo 'specchio di Viganella', l'innovativo dispositivo di illuminazione artificiale che ha riportato la luce nel piccolo comune della Valle Antrona, oscurato dalle montagne per quattro mesi all'anno.

Zoom

« Torna all elenco completo


STRUTTURE RECETTIVE

 » Tipologia



 » Zona



 » Località



 » Stelle



 I NOSTRI PARTNERS

 



Formazione Gratuita